Breve storia dell'Incisione

L'incisione italiana contemporanea

Le tecniche dell'incisione originale 
	  La stampa calcografica

Opere proposte

opere proposte

 

Significato dell'arte dell'incisione


L'incisione deve la sua origine e la sua fortuna alla possibilità di moltiplicare le immagini. Indipendentemente dalle matrici e dai mezzi coi quali si arriva ad impressionarle, due sono in definitiva gli elementi della stampa incisa : la carta e l'inchiostro e cioè il bianco e il nero : entrambi ugualmente importanti, inscindibili, in funzione l'uno dell'altro. Il nero dà all'immagine il corpo, il bianco il respiro e la vibrazione vitale.
L'incisione non è un disegno riportato sul legno, sul metallo o sulla pietra ; è un'opera pensata per la materia destinata a realizzarla, alla cui indole, risorse e possibilità, deve adeguarsi ; premessa, questa, indispensabile per raggiungere lo stile. Perché è sulla matrice e non sulla carta che l'atto creativo dell'artista si compie, preparando quello conclusivo e rivelatore dell'impressione.
L'incisore non ha quindi, come il pittore o lo scultore, la visione e il controllo costante del suo lavoro che deve, inoltre, eseguire a rovescio, a distanza ravvicinata, in condizioni di visibilità fallaci e penose, fra continue incertezze e rischi. Una esperienza tecnica esauriente, pur subordinata al fatto creativo, è fondamentale quindi per prevedere l'effettiva portata di ogni singola fase dell'elaborazione. L'incisione, arte a sé, è capace di una forza espressiva che raggiunge quella della stessa pittura. Si dice originale quando creatore del soggetto e incisore sono la stessa persona ; e questa è la sola forma che veramente importi e di cui rimangono capolavori di insuperata potenza.

giulianazuccaro@acquaforte.it